Salve Regina,
Mater misericordiae;
vita, dulcedo, et spes nostra salve.
Ad Te clamamus,
exules filii Evae.
Ad Te suspiramus, gementes et flentes
in hac lacrimarum valle.

Eja ergo, advocata nostra
illos tuos misericordes oculos
ad nos converte.
Et Jesum, benedictum fructum ventris tui
nobis post hoc exilium ostende.
O clemens, o pia,
o dulcis Virgo Maria.


Traduzione:
Salve, Regina,
madre di misericordia,
vita, dolcezza e speranza nostra, salve.
A te ricorriamo,
esuli figli di Eva;
a te sospiriamo, gementi e piangenti
in questa valle di lacrime.

Orsù dunque, avvocata nostra,
rivolgi a noi gli occhi
tuoi misericordiosi.
E mostraci, dopo questo esilio, Gesù,
il frutto benedetto del tuo Seno.
O clemente, o pia,
o dolce Vergine Maria!