Tu che abiti al riparo del Signore
e che dimori alla sua ombra
di al Signore mio Rifugio,
mia roccia in cui confido.

E ti rialzera, ti sollevera
su ali d'aquila ti reggera
sulla brezza dell'alba ti fara brillar
come il sole, cosi nelle sue mani vivrai.

Dal laccio del cacciatore ti liberera
e dalla carestia che ti distrugge
poi ti coprira con le sue ali
e rifugio troverai.

E ti rialzera...

Non devi temere i terrori della notte
ne freccia che vola di giorno
mille cadranno al tuo fianco
ma nulla ti colpira.

E ti rialzera...

Perche ai suoi angeli da dato un comando
di preservarti in tutte le tue vie
ti porteranno sulle loro mani
contro la pietra non inciamperai.

E ti rialzero, ti sollevero
su ali d'aquila ti reggero
sulla brezza dell'alba ti faro brillar
come il sole, cosi nelle mie mani vivrai.