Mama mia mi sun stüfa
o de fa la filerina
ol cal e el pocch a la matina
ol pruvin dò völt al di.

Mama mia mi sun stüfa
tutt ol dì a fa andà l’aspa
voglio andare in Bergamasca
in Bergamasca a lavorar

el mestè de la filanda
l’è ‘l mestè degli assassini
poverette quelle figlie
che son dentro a lavorar

Siam trattati come cani
come cani alla catena
non è questa la maniera
o di farci lavorar

Tütt me disen che sun nera
e l’è ‘l fümm de la caldera
il mio amor me lo diceva
de fa no quel brütt mestè

Tütt me disen che sun gialda
l’è ‘l filur de la filanda
quando poi sarò in campagna
miei colori ritorneran.